Ritorna alla Home page
*
>Ricerca








Tutte le opere



Seleziona solo questo box di controllo e avvia la ricerca per sapere quali sono le opere presenti in collezioni.

Informazioni sulla ricerca

Per informazioni:
Tel. Cell. +39.339.5936987
info@francescoverio.it

Valutazioni critiche

...la forma e la figura, seppure rivestite di forti significati simbolici, sono l' oggetto della ricerca di Francesco Verio, che con assoluta lucidità e totale spontaneità interpreta la realtà con tutte le sue irriducibili contraddizioni. Senso della materia e del colore, pennellata dura, incisiva, violenta: il risultato è un espressionismo drammatico che mai rinuncia al figurativo…

2001
TIZIANA TRICARICO


...l'uomo semplice... diviene centro del mondo nella simbologia e nel realismo dei quadri di Francesco Verio ( Scala mobile, Natura morta)…

2000
TIZIANA TRICARICO


...Verio si lancia in esperimenti stilistici, sempre mantenendo la sua idea originaria e la sua riconoscibilità. Gioca con oggetti e figure, eppure mai si corre il pericolo di non riconoscere la sua pennellata! Perchè, nel suo studio, con la sua tavolozza, riesce a dare forma e colore alle sue idee, a dare vita alle parole. Ed è per questa ragione che noi tutti, analizzati dall' occhio intelligente e critico di Verio, ci sorprendiamo nel ritrovarci sulla tela di questo giovane pittore, lanciato verso un riconosciuto successo nazionale ed internazionale…

2000
ROBERTO VALENTINI


...personalmente, mi sembra necessario rimarcare che le esperienze formative precedenti, quelle che si rifanno al padre Alberto Chiancone ed agli artisti napoletani che gli sono stati più vicini, si sono ben smaltite o, meglio, concentrate in una figurazione personale che contiene il merito di voler conservare, quale urgenza della memoria e onesto tributo alla provenienza, forme e intenzioni già espresse, anzichè fuoriuscire sperimentalmente da quel mondo che gli appartiene e che ama. Quasi come se ogni slancio mirato al distacco fosse per Verio un' offesa alla matrice, più un salto nel buio che un' esperienza progressista…

2000
ALFREDO AVITABILE


...artista quarantenne di tumultuose intenzioni pittoriche e con qualche inclinazione all' aneddoto moraleggiante…

2000
VITALIANO CORBI


...dopo aver trattato con intelligente ironia il tema della solitudine dell' uomo moderno, quale conseguenza più evidente del suo estremo egoismo, in una recente mostra collettiva, svoltasi alla Galleria Spazio Arte di Napoli, si è espresso anche sulla città partenopea, tracciandone un quadro tutt' altro che oleografico. E' una Napoli che affonda nei suoi stessi luoghi comuni, quella di Verio, una città pronta a prostituirsi al primo che le offra quattro monete per vivere un' altra giornata…

1999
DOMENICO RAIO


...napoletano, classe 1959, di formazione accademica, Francesco Verio è autore di una pittura esistenzialistica in cui l' uomo risulta rappresentato proprio in tutti i suoi limiti umani che lo pongono in una situazione di eterna incertezza sul suo destino, ma anche di timori nei confronti del proprio simile che finiscono per peggiorarne la condizione…

1999
DOMENICO RAIO


...le soluzioni compositive, la struttura architettonica del quadro, le tonalità cromatiche, il senso forte della pennellata, talvolta penetrante ed incisiva, fanno del giovane Verio un erede intelligente e sensibile della grande pittura italiana ispirata all' espressionismo europeo. In tal modo, attraverso la più avvertita e la più creativa pittura napoletana, fa suoi gli umori e i toni patici di uno dei più interessanti filoni della grande pittura dell' Europa centrale. Pittore colto e sensibile, Verio sente la sua attività come un impegno da assolvere con il maggior rigore e la più grande dedizione. Il suo fare è un continuo affinamento di stile, un ininterrotto perfezionamento tecnico, una perenne ricerca di soluzioni cromatiche. Nei Pulcinella, che sono avvertiti e riproposti come la massima cifra simbolica della cultura e del sentire della Città, Verio mette a frutto tutta la sua arte e le sue capacità. Nella figura del Pulcinella entrano tutti i tasselli di questo grande puzzle che rappresenta lo spirito di Napoli. Così, in un quadro databile tra il 1994 e il 1995, La malinconia di Pulcinella metafisico ( un aggettivo quest' ultimo ereditato da Severini), alla mano guantata che stringe un manganello ad indicare la secolare repressione esercitata sulla città, corrisponde un volto con la tipica maschera nera sorretto da una mano appena abbozzata e fortemente inclinato alla malinconia. La parte centrale della figura è coperta da una serie di altri simboli, indicanti la rabbia e la religiosità superstiziosa e pagana del popolo napoletano…

1998
ANIELLO MONTANO


 
 
<< Prec | 1 | 2 | >> Succ
 
^ top  
>Approfondimenti

Alcuni Critici...
su Francesco Verio

Giovanni Amodio, Alfredo Avitabile, Mario Balzano, Aniello Buonincontro, Angelo Calabrese, Angelo Capozzi, Stefano Chiancone,Vittorio Como, Antonio Corbara, Vitaliano Corbi, Aurelio De Rose, Giorgio Di Genova, Alfonso M. Di Nola, Aurelio D' Orsi, Tommaso Esposito, Giorgio Falossi, Fabiano Guerriero, Linda Irace, Dino Murolo Landi, Mario Maiorino, Paolo Mamone Capria, Pasquale Mancini, Luca Maurelli, Victor Milani, Aniello Montano, Ada Sibilio Murolo, Giovanni Nocentini, Riccardo Notte, Carla Pelella, Aurelio Pellegrino, Rosario Pinto, Domenico Raio, Luciano Scateni, Italo Sgherzi, Igino Terramoccia, Francesco Tetro, Tiziana Tricarico, Isabella Valente, Roberto Valentini, Immacolata Verone, Bianca Maria Varriale, Aldo Zolfino...



 

    © 2003-2006 Francesco Verio - Condizioni di utilizzo - E-Mail: info@francescoverio.it - [1024x768 px]

   Siti internet bologna

Ritorna alla Home page Catalogo Opere Esposizioni e Mostre Bibliografia di Francesco Verio Informazioni sull'Artista Francesco Verio Informazioni Commerciali